Speciale cucina: il kefir di latte

Oggi sono proprio felice, perché finalmente riesco a pubblicare il mio primo articolo di cucina!

Ho deciso di scegliere un alimento non molto conosciuto, ma che ultimamente sta prendendo piede: il kefir di latte.

Ho visto, con piacere, che finalmente se ne parla! Numerosi sono stati gli articoli a lui dedicati e che negli ultimi tempi riempiono le rubriche delle riviste. Ho deciso di parlarne anche io!

Già da molti anni, mia mamma ed io, facciamo uso dei granuli di kefir perché ne conosciamo i numerosi benefici!

Si tratta di un cibo fermentato, ricco di probiotici e comodissimo perché si presta al “fai da te”.

Durante il periodo del lockdown, quando era complicato andare a fare la spesa, molti prodotti erano introvabili… devo dire che è stato molto comodo avere i granuli di kefir… e il mio “yogurt” sempre garantito!

Ho usato impropriamente il termine yogurt perché il gusto, un po’ me lo ricorda, ma come molti di voi sapranno, si tratta di un probiotico composto da organismi vivi molto utili per il benessere dell’organismo. Aiutano a mantenere sano l’intestino perché arrivano ancora vitali al suo interno anche dopo aver oltrepassato la barriera dei succhi gastrici.

Ma bando alle ciance, vediamo cosa serve per farli a casa!

Ingredienti per 2 persone:

– 20 gr di granuli di kefir (si possono acquistare su internet, ma la “tradizione” vuole che vengano condivisi gratuitamente da chi li possiede già. La particolarità di questi granuli, infatti, è che con il tempo si riproducono e, quindi, quando la quantità aumenta a dismisura, una parte va sprecata. Perché gettarla? Regalatela a chi è curioso di conoscerla! Vedrete che sarà un dono gradito!)

– 250 ml di latte a temperatura ambiente ( può essere di capra, di pecora o più semplicemente di mucca! Ma non funziona alcun tipo di latte vegetale!)

Come si prepara:

Mettete in un barattolo rigorosamente di vetro i granuli con il latte e coprite con un canovaccio. Bloccatelo con un nastro o con un elastico per non farlo spostare.

Lasciate il barattolo a temperatura ambiente per 18/24 ore in modo tale che il kefir possa fermentare a dovere ( tenete presente che in estate, quando fa più caldo, potrebbero bastare solo 12 ore perché il kefir sia pronto).

Trascorso questo periodo, filtrate il composto in una tazza, in modo da separare i grani dal kefir. Lavate i grani in un colino, “strizzateli” bene con l’aiuto di un cucchiaio di plastica e ricominciate dall’inizio per preparare altro kefir.

Il composto filtrato, invece, mettetelo in frigorifero per un paio d’ore prima di gustarlo!!

Anche per mangiarlo… Ci sono diverse scuole di pensiero! C’è chi ama gustarlo al naturale, chi lo vuole zuccherato…Personalmente adoro aggiungere un po’ di sciroppo di acero, le mandorle a listarelle, i fiocchi d’avena e l’uvetta.

Ma siate creativi e provatelo e riprovatelo ogni volta in un modo nuovo… Vedrete che non potete farne a meno!

A presto con un nuovo post!

Lisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: